Review -SMEMORANDA – E. Moonstone – Disappointed

Disappointed è il primo disco di Emil Moonstone, progetto solista della storica voce dei Twoo Moons, band bolognese di post-punk introspettivo e cupo. Caratteristiche mantenute pure in questo album, anche se con caratteristiche più intime e personali. Personali nell’esecuzione, s’intende, perché “Disappointed” parla di tematiche universali, come l’anima (nera) dell’uomo sotto il neoliberismo, il fallimento della razza umana, la falsità e l’opportunismo mantenuti nel corso dei secoli. Belle tematiche forti, come è forte lo sguardo di Emil sul mondo.

Testi secchi e decisi, come in “You wonder when will it end”, psichedelica e ipnotica con chitarre distorte e un ritmo battente nel cervello, come in “Fake”, altrettanto pestante, sia nel cantato sia nei suoni sintetici, o in “New Desire”, nera come la pece, tra desiderio e fine, sembra un pezzo del miglior Nick Cave. Ma è tutto un disco di (buoni) cattivi sentimenti. Non a caso chiude con “Hurt”, cover degli NIN, che fa tanto pensare all’esecuzione di Johnny Cash.

Indie rock Italia: il meglio dell’autunno 2018

 

RADIO – intervista – “Seventeen seconds” – Radio Gwendalyn.

Seeventeen second

Radio Gwendalyn!

Rubrica Musicale (New Wave, Dark, Synth/Electro Pop, New Romantics, 80’s)
A cura di Herbert Pacton & Federico Juan Rossi

Seventeen Seconds accende i suoi microfoni su Radio Gwen per farvi compagnia e farvi passare 2 ore con i suoni dei mitici anni 80…. ma non solo…. avremo sempre un orecchio teso verso il presente per scoprire i nuovi gruppi che ancora oggi ricalcano e cercano di tenere viva quest’ondata musicale…..

In onda ogni ultimo Giovedì del mese dalle ore 12.30 – alle 14:30

Seventeen seconds è nato da una passione smisurata per il periodo che ha cavalcato la musica a tra la fine degli anni 70 e tutto il 1980. Herbert e Federico tra una pezzo musicale e l’altro, accompagneranno gli ascoltatori attraverso notizie improbabili recuperate da tutto il mondo e qui la differenza da altre trasmissioni che si occupano di musica Dark, New Wave… si fa sentire.

You only need seventeen seconds to love them…

ascolta il podcast

RADIO – intervista -“Please kill me” – Radio Fujiko

Emil Moonstone and the Anomalies ospiti a Please Kill Me

Emil già conosciuto come cantante dei Two Moons, insieme agli Anomalies dai nostri microfoni ci spiega il significato del suo album: “Disappointed”, si parla un po’ di ecologia, filosofia nonché di fantascienza. La puntata è andata in onda dai microfoni di Radio Città Fujiko il 14 ottobre 2018.
Scaletta:
1) Fall
2) This is Love
3) You Wonder When Will The End
4) Stupid Boy
5) In the Train

ascolta il podcast

Review – LOst in groove – E. Moonstone – Disappointed

“Disappointed” è il primo album di Emil Moonstone, il progetto solista della voce dei Two Moons.
Un album in cui, oltre ad aver composto tutti i brani, ha suonato buona parte degli strumenti durante le sessioni di registrazione.
Nove brani, psychedelia, noise effect, sperimentazioni di studio, si intrecciano in un disco cattivo, ma nello stesso tempo pieno di sentimenti.
“Disappointed”, si presenta per quello che è già dalla copertina apocalittica, a cura dell’artista Stefano Bonazzi, non lasciando spazio all’immaginazione: si tratta di un disco crudo, vero e viscerale.
Il tema centrale nell’album racconta di fallimenti, di cose che in qualche modo finiscono a pezzi, di un futuro cupo, della delusione per il fallimento della razza umana.
Musicalmente i brani si sviluppano su basi di drum machine in cui riff di chitarra noise improvvisamente lasciano spazio ad un break segnato da trip-hop stralunato, per poi riprendere la trama centrale e le sue escursioni psichedeliche.

“Disappointed”, è quasi un resoconto di dove siamo finiti. Non è quindi casuale la scelta di chiudere l’album con “Hurt”, un placido finale in cui la cover dei NIN (o se preferite, la cover della cover di Johnny Cash), sembra voler portare un filo di ordine, nel marasma di suoni e parole.
L’album si rivela ostico, Moonstone non si risparmia e registra in questo progetto tutte le sue ispirazioni, le schegge di follia, la stravaganza, la tenacia e l’impudenza, tutte attitudini che lo contraddistinguono.
E cosi la voce dei Two Moons oggi decide di andare oltre agli schemi collettivi, ferendo la percezione comune, facendo sicuramente storcere il naso ai puristi, andando ad urtare la suscettibilità di molti.
Ma questo è E. Moonstone, questo è “Disappointed”, perché quando un uomo è “deluso” tende a non usare mezzi termini.
Emil Moonstone è un cantante, compositore italiano. La sua storia musicale comincia con una serie di progetti punk da lui formati (Burp, Nevrotic Heads, DDT, Flying Chips), che lo vedono leader e voce principale come nei “South Breed Out”, formazione noise a cui da vita nel 1992, dopo aver militato qualche anno come cantante nella band new wave Pastonudo.
Nel 2009, dopo queste esperienze e anni di inattività decide di ritornare in scena insieme al collaboratore di sempre, Joshep Rips Asanda, formando i Two Moons, band con la quale tutt’ora è in piena attività con 1 EP e 3 album all’attivo.
Oggi Emil con “Disappointed” intraprende “ la sua parentesi solista, con un album interamente scritto e suonato da solo, che si discosta dalle produzioni precedenti, ma che esprime la sua trentennale esperienza musicale, questa volta nel bene o nel male non contaminata da altri componenti o collaborazioni.
L’uscita dell’album è prevista per il 21 settembre 2018.

BY  ON

Leggi